Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘patonza’

In qualità di psicologista, cristologista e tacchista mi cimenterò nell’intepretazione di questo comune sogno. L’idea m’è venuta mentre cercavo di convinciere Spartacus e sua moglie Zinnarosa a non mangiarsi tutti gli anni il gatto che il figlio gli porta da tenere durante le ferie. Che poi povero ragazzo ne comprano un altro e lui se magna pure quello novo. E poi si lamentano che il nipotino piagne. A furia di convincere, convincere, convincere anche io ho sognato dei gatti e allora ecco a voi la spiegazzione.
Il gatto nel 70% dei casi è un sogno porcellino, cioè è un sogno che dice che abbiamo voglia di sesso. Pussycat chiamano gli inglesi il gattino, ma “pussy” è anche il vezzeggiativo della patatonza. Infatti se sogniamo un gatto che ci viene vicino e ci lambiscie col corpo, è un’evidente rappresentazione di un desiderio sessuale. Il contatto con il gatto (accarezzarlo ecc..) simboleggia atti sessuali che evidentemente si vogliono intraprendere.
Se si sogna il gatto di casa significa che abbiamo bisogno di piu’ attenzioni fisiche (carezze ecc..o sesso che magari il coniuge nega o lesina), se sognamo di dar da mangiare al gatto vuol dire che abbiamo una relazzione in corso o l’avremo presto. Un gatto che beve il latte, se sogniato da un uomo, esprime voglia di eiaculazzione. Da una donna bisogni sessuali molto antichi e opprimenti.
Viceversa se sogniamo un gatto malato, che soffre o che muore, vogliamo rappresentare noi stessi che probabilmente siamo in un periodo di affaticamento della mente oppure di scarsa fiducia in noi stessi e nei nostri progetti. Un gatto investito da una macchina vuol dire che abbiamo cattivi presagi su quello che stiamo facendo. Un gatto addormentato invece è un buon segnio e potete anche giocare i numeri 8 e 76 sulla ruota di trieste.

Read Full Post »

Manifesto del Partito Comunista [9]
Spartacus Quirinus
http://www.spartacusquirinus.it/index.html §

Introduzione, di Emma Cantimori Mezzomonti, traduttrice dell’edizione del 1958,  Manifesto del Partito comunista, Laterza, Bari, 1958


Ebbeccateve sto pippotto de traduzzione che nu ce sta u’romano che dica “ciociaro” nè un comunista che ce fa de vedè desse comunista senza de citare come perzona corta Carlo Marx e er manifesto che voreva de esse ner 48 n’idea peddì che a’ terra esiste pe’ tutti e che o’ sfrutamento e intollerabbile.
Ma nu ho scritto (mejio copiaincollato) sei parti pe’ vole’ fa rintelettuale che nun ce capisco’n cazzo ma per veramente vorevo dì che de piacette er cetriolone nu vor di de esse frocio. Che a me er cetriorone me attizza ma che farei come che querri carcerati de a Pivano, che si nu ci sta Zinna mia (che nu ce po’ de esse perchè essa come Web-login nu esiste) me faccio a patonza de finta che poi se me vè er extracomunitario gay der PD a dì che vòle fa’ er sandwich co a’ vaggina finta che fa er tozzo de pane a me me sta pure bène.
Che nu vor dì de esse froci ma de rispettà a’ comunità GBLT e de piacette a bbellezza femminile e anche er cetriolone stesso. Ma nu’ siete autorizzati a pensà che vor dì de esse frocio, se tratta semplice de un punto di vista diverzo. cio’ raggione e rispettate de i anziani che artrimenti ve possa venì de usa’ er pannolone der piscio.

Read Full Post »

Vi ho già detto quanto seguo i consigli dei uomini politici? No? Francamente la carfagna non ha insegniato niente, io facevo pompini ai politici quando lei andava all’asilo. Nessuno mi insegnia niente di nuovo per i consigli di Berlusconi come quello di “toccati piu spesso!”che non era per quella escort ma per me solo per me perchè sono donna bellissima e monumento. Io davanti al compiuter regalato dalla casa bianca anzi da Obama in persona mi tocco sempre e schiaccio i tasti con le dita umide di vaggina e lascio l’impronta umida dei succhi vaginali, tuto questo mi piace scriverlo, sulla plastica dei tasti. Per quello e non per la sambuca sono sempre appiccicaticci.
Me mi vuole bene Oby, ma io sono come piace a berlusconi. Un puttanone, senza vergogna, di solo bla bla disinibito, miserabile, pompato, pelandrone, senza scopo, senza scopare, invidiosa di tutti, delatrice, sbirra dentro, un po’ troia fuori, sversato, ubriacone e con molta fantasia da hard core anni 50.

Mi hanno fatto onorevole per questo, ragass.  Franckly, anche a raccontare bugie e cazzate di varia specie non mi batte berlusconi, mi amo troppo e troppi mi amano e anche il sesso mi ama, racconto piu balle di lui e di tutti i italiani e stranieri messi insieme e arrivo anche a fare schifo a me quando sono al wc davanti allo specchio che dico ad alta voce non sono io e invece sono io.  Forwardo mail altrui a Magdi Allam che mi vuole bene perchè è stracomunitario e io lo proteggo, documenti riservati non miei, proclami di partito di destra o di sinistra, codici fiscali di tutti gli uomini che ho frequentato e lo faccio con piacere perchè non ho niente altro da fare e voglio fare carriera. Mi piace fare schifo ma non pena come la Vasa. Piace parlare di vaggina, guardarmi la vaggina, fotografare la mia vaggina, ma non pene. Mi piacciono i gatti e la sambuca. I bambini mi piacerebbero tutti in orfanatrofio, bianchi, neri, arabi o asiatici non importa. Se poi sono italiani è meglio se muoiono nelle culle. Capite che la mia vita è meravigliosa ed un inizzio e’ sempre un buon inizzio, specialmente se si aveva in tasca come me la tessera di alleanza nazzionale che adesso ho fatto togliere torto l’articolo da Repubblica perche io posso essendo onorevole e presto senatore a vita a Repubblica mi tolgono tutto, ma ho preso la tessera di alleanzza nazzionale ero e sono tutt’ora una fascista col pedigree de fiuggi italianissima anche se orgogliosamente faccetta nera, non come dicono i miei trattori un’extracomunitaria africana che dice che difendo i neri, difendo i neri nel senso che difendo i fascisti ma su Repubblica dicono che difendo i neri immigrati perchè glielo detto io di farlo che sono monumento e allora gli ho detto scrivete cosi e loro di Repubblica obbediscono perchè c’hanno paura di Obama. Pensate che ho perfino il potere di far scrivere  comunista perchè mi hanno buttato fuori a calci in culo da rifondazione perche non versavo i soldi e anche quando ero a Bruxelles non versavo la quota al partito, non è divertente? ma poi anche aleanza nazzionale mi ha buttato fuori non mi volevano piu, forse perche m’ero ingrassata

Non dimenticate il splendido regalo per ogni occasione che potete regalare mio, che sono sempre una bellissima donna e monumento per stare con voi tutto l’anno.

un ciaobacione ad Angelo da Dacia Valent sora ahia, Franckly non è un uomo ma vuol dire francamente.

Mi ha convinto la moglie del senatore De Corato – conferma Dacia Valent – presidente del Comitato contro l’ intolleranza e il razzismo. Con lei avevo valutato l’ opportunità di una collaborazione intensa sui temi dell’ intolleranza e del razzismo. Ma poi mi sono chiesta: perchè non affrontare queste cose dal ‘ di dentro’? Così ho deciso di entrare in An, che ha annunciato di voler dare spazio a tutte le minoranze in un grande partito della destra, per avviare una operazione di pulizia per cambiare il linguaggio della politica e impedirne l’imbarbarimento. Sì sono entrata: al limite, poi, si può sempre uscire...”.

da articolo –  ‘ E’ FINITO IL DOPOGUERRA’
AMICI ALLEATI E AVVERSARI VALENT, EX COMUNISTA, SI ISCRIVE FIUGGI – Repubblica — 29 gennaio 1995 pagina 2
/repubblica/archivio/repubblica/1995/01/29/119.html (ora scomparso dal WEB perchè sono fascista e ho amicizzie importanti che temono Obama)

Read Full Post »